BLOG

COME STARE SU LINKEDIN: BUONE E CATTIVE ABITUDINI

21 Nov 2014, Posted by Agenzia Digitale Atman in Social Media

Parliamo del Social dedicato ai professionisti, uno strumento sempre più utilizzato e sempre in fase di implementazione e cambiamento. Ultima novità: l’immagine di copertina per i profili personali. LinkedIn sempre di più permette la personalizzazione del proprio account per comunicare se stessi.

Vediamo insieme qualche buon consiglio per gestire al meglio il profilo e i nostri contatti!

BUONE ABITUDINI

1. Non abusare di raccomandazioni: avere troppe segnalazioni poco personalizzate equivale a non averne. Le segnalazioni, infatti, devono contenere informazioni davvero utili a completare il tuo profilo.
2. Usa Linkedin con costanza: utilizzare il network con cura e continuità ti permette di sfruttarlo in modo strategico, non solo per cercare lavoro!
3. Utilizza una foto adeguata: come vuoi che gli altri ti visualizzino? Poniti prima di tutto questa domanda.
4. Personalizza gli inviti: se vuoi collegarti con qualcuno, scrivi nell’invito qualche riga per spiegargli il motivo: susciterai più interesse!
5. Inserisci il link al profilo nelle mail: Linkedin va integrato con altri canali di comunicazione. Un esempio? Inserire in calce alle mail il link al tuo profilo è un modo efficace per comunicare professionalità a chi ti legge.

CATTIVE ABITUDINI

6. Avere un profilo incompleto: cura il tuo profilo con informazioni complete, altrimenti chi ti cerca (non solo potenziali datori di lavoro ma anche business partners) avrà più difficoltà a trovarti.
7. Fare spam o essere autopromozionali: nessuno sarà interessato a leggere i seguire chi parla solo di lui…
8. Postare updates non adeguati: è importante capire che Linkedin non è Facebook, e i contenuti da condividere devono avere un tono diverso .
9. Usare male le keywords: chi cerca usa molto spesso le parole chiave, dunque se non le inserisci bene, difficilmente sarai trovato. Quali sono le cose che vuoi siano associate a te?
10. Avere pochi collegamenti: se il tuo profilo ha pochi collegamenti può trasmettere un’idea di trascuratezza, scoraggiando gli altri a contattarti.
11. Avere url non personalizzata: è una nota stonata in un profilo che vuole essere ben curato.

Post a comment